NapoliIerieOggi

Come scegliere canzoni napoletane per San Valentino

Scritto il 08/02/2020
da Niro Pino


Scegliere canzoni napoletane per San Valentino sembrerebbe facile. Addirittura, facilissimo se si pensa che la gran parte dei brani partenopei comprende canzoni d’amore. Eppure, non è così. Innanzitutto, perché molte canzoni napoletane sono, sì, d’amore ma nel senso di sofferenza, delusione, tradimento. Quindi vanno evitate, almeno il 14 febbraio. Scegliereste mai MalafemmenaO Reginella? Meglio di no.

COME SCEGLIERE CANZONI NAPOLETANE PER SAN VALENTINO

In altre parole, la scelta di canzoni napoletane per San Valentino non è così facile come sembra. Il parametro fondamentale da considerare è il momento che vive la relazione. Ci si è appena perdutamente innamorati? Si è insieme da tanti anni? Il rapporto vacilla un po’? È un amore, diciamo così, extraconiugale? Ogni situazione vuole una sua canzone. Eccovene alcune che potrebbero fare al caso vostro. Al caso cioè di un uomo innamorato.

UOCCHIE CH’ ARRAGIUNATE, PER L’AMORE DI UNA VITA

A proposito di canzoni napoletane per San Valentino, Uocchie ch’arragiunate è quella giusta da dedicare all’amore di una vita. Alla compagna che da (e per) sempre è al proprio fianco. La ragione sta in un’emozionante scena della commedia Gennareniello: il grande Eduardo la canta alla moglie Concetta. Lo fa per testimoniare il suo vero affetto, dopo avere realizzato la stupidità della sbandata presa per la dirimpettaia.

MALATIA, PER L’AMORE APPENA NATO

Malatia è la canzone per l’amore appena nato, inevitabilmente caratterizzato da una certa frenesia. Quella di vedere quanto prima la persona che ci ha conquistato. Il testo scritto da Alfredo Romeo ben si presta a questo tipo di situazione. Tu si’ na malatia ca mme dá na smania ‘e te vedé. mme vène ‘a frennesía tutt’ ‘e ssere quanno aspetto a te. Questa versione di Peppino di Capri è vivamente consigliata per amori cosmopoliti, Infatti, ha anche la traduzione in inglese.

ACCAREZZAME, PER L’AMORE ETERNO

E nu rilorgio lentamente sona, ma ‘o tiempo s’è fermato ‘nziem’â luna. Io mme vurría addurmí ‘mmiez’a stu ggrano tutta na vita, pe’ ll’eternitá. Ecco, se a San Valentino volete sbilanciarvi e dichiarare amore eterno, Accarezzame è tra le canzoni napoletane più azzeccate. Oltretutto, evoca un’atmosfera sognante quantomai adatta per la festa degli innamorati. Questa versione di Massimo Ranieri lo conferma.

CANZONI NAPOLETANE PER SAN VALENTINO E L’AMORE CHE VACILLA  

Tra le canzoni napoletane di San Valentino, va citata anche Lusingame. Il brano di Nino Taranto è perfetto se il 14 febbraio capita in un momento in cui temete di perderla. Diciamo che più che una dedica è un appello. Un (estremo?) tentativo per trattenerla: Si te ne vaje, ‘o ssaje ca mme ne moro. Lusíngame n’atu ppoco ca, senza st’uocchie tuoje, nun campo cchiù. Considerata la bellezza del testo e della melodia, potrebbe funzionare.

Rimanendo in tema, non è da scartare nemmeno Indifferentemente.

VOCE ‘E NOTTE, PER L’AMORE SEGRETO

Ebbene sì, il 14 febbraio è anche la festa degli innamorati, diciamo così, segreti. Per capirci, è la festa degli amori extraconiugali. In questo senso, non c’è canzone più adatta di Voce ‘e notte. Eduardo Nicolardi la scrisse raccontando una storia vera, la sua. Quella, appunto, di un amore extraconiugale che, però, ebbe un lieto fine. Ecco perché la consideriamo come una delle canzoni napoletane di San Valentino.

CANZONI NAPOLETANE PER SAN VALENTINO E L’AMORE DEI MILLENNIAL

Il tormentino di Andrea Sannino è il brano più adatto per il 14 febbraio dei millennial. Non fosse altro perché a decretare il successo di Abbracciame sono stati proprio i più giovani. Continuando ad esplorare il repertorio di Sannino, è possibile capire come scegliere anche altre canzoni napoletane per questa generazione di innamorati.

‘A VUCCHELLA, PER L’AMORE RAFFINATO

Volete dichiarare il vostro amore con versi eleganti? Bene, fate ricorso a quelli che D’Annunzio fissò nel testo di ‘A vucchella. È senza dubbio questa la più raffinata delle canzoni napoletane utilizzabili per San Valentino. Il solo attacco meriterebbe un bacio dell’innamorata. Si’ comm’a nu sciurillo, tu tiene na vucchella, nu poco pucurillo, appassuliatella…

NUN È PECCATO, PER L’AMORE DA CONVINCERE DEFINITIVAMENTE

Tu mme guarde cu ll’uocchie ‘e passione, io te parlo e mme tremmano ‘e mmane. E si chesto pe’ te nun è bene, mme saje dicere ‘o bbene ched è? Sì, San Valentino è il giorno giusto per convincerla che il sentimento reciproco che si prova è proprio amore. Soprattutto, quando il suo inconscio, sotto forma di sogni, glielo conferma. Se questa è la situazione che vivete, Nun è peccato può aiutare a far cadere l’ultimo muro e, quindi, a capire come scegliere facilmente il brano giusto.